Glossario


CINA/MONGOLIA

Expertise stima acquisto e vendita di porcellane cinesi

In Cina, è comune riprodurre le tecniche dei periodi precedenti, come segno di rispetto per le tradizioni e per gli antenati. Quelle che noi potremmo essere tentati di chiamare copie, in realtà nella cultura cinese sono imitazioni per ricordare le tecniche e per celebrare le tradizioni degli antichi fabbricanti. Tuttavia queste pratiche alle volte sono causa di confusione per quanto riguarda la datazione dei pezzi (marchi apocrifi), ecco perché vi consigliamo di rivolgervi a un esperto specializzato per datare le vostre porcellane con la massima precisione, stimando così il loro massimo valore.

I primi vasellami cinesi fanno la loro comparsa durante il neolitico, tra il 5000 e il 2000 a.C.
Durante la dinastia Han (206 a.C. – 220 d.C.) si producono personaggi e vasi in terracotta comprese le famose “fat lady”

La dinastia Tang (618-907) vide la comparsa delle prime porcellane bianche e blu, tanto apprezzate nel Medioriente e, più tardi, in Europa. In questo periodo, inoltre, apparvero anche le ceramiche “Sancai” o, traducendo letteralmente, a tre colori. Le forme più diffuse erano i cavalli Tang, ma la produzione comprende anche piatti e vasi incisi.

Le porcellane della dinastia Song, prodotte tra il 960 e il 1279 e spesso monocrome, furono apprezzate in tutto il mondo e, in particolare, dai giapponesi che detengono ancora oggi alcune collezioni di pezzi eccezionali.
I celadon (verde oliva) sono tra le porcellane più conosciute in occidente; esse furono prodotte per la maggior parte nei forni di “Longquan”
Apparvero inoltre le porcellane di tipo Ding, una porcellana bianca a decori incisi. La porcellana Ru è ricoperta da uno smalto fine, spesso di color verde pallido.
La porcellana Jun è caratterizzata da un rivestimento di colore lavanda e spesso da colori appositamente realizzati a base di ossido di rame.
Le tecniche Guan e Ge sono spesso caratterizzate da una rete di sottili screpolature sul corpo. Le porcellane note come Qingbai di colore bianco bluastro sono molto robuste e furono prodotte nel sud della Cina. I cinesi ne associano il colore a quello dello della giada bianca.
La porcellana Cizhou era sia di colore crema con decori marroni dipinti sul corpo o, all’inverso, con uno sfondo marrone scuro sul corpo e un decoro inciso direttamente sul rivestimento.

La dinastia Yuan (1271–1368) fu caratterizzata dalla dominazione mongola di Gengis Khan sul paese. Le due principali tipi di porcellane prodotti nei forni di Jingdezhen sono il celadon e la porcellana blu e bianca. Le esportazioni si intensificano verso l’India e l’impero ottomano.
La dinastia Ming (1368–1644) fu l’età d’oro della porcellana bianca e blu, da quel momento prodotta grazie al blu cobalto e perfezionata principalmente durante il regno degli imperatori Yongle, Xuande e Chenghua.
Questa dinastia vide inoltre lo sviluppo della porcellana cosiddetta “Blanc de Chine”, di colore bianco crema e spesso raffigurante personaggi con abiti e pieghe arrotondate molto morbide, prodotte non solo nei forni di Jingdezhen, ma anche a Dehua.

La dinastia Qing (1644-1912) vide lo sviluppo delle porcellane più evolute, in particolare sotto gli imperatori Kangxi, Yongzheng e Qianlong, tutti e tre ferventi appassionati d’arte.
Oltre a continuare la fabbricazione dei tipi precedenti già esistenti, nuovi tipi di porcellana cominciano a fare le propria comparsa: in particolare la Doucai (colori legati), Wucai (cinque colori), Falangcai (colori smaltati), Fencai, monocrome delle due famiglie verde e rosa.


Expertise stima acquisto e vendita di bronzi cinesi/smalti cinesi

La dinastia Shang (1600-1050 a.C.), seguita dalla dinastia Zhou (1050-221 a.C.), costituì l’apogeo dei bronzi cinesi arcaici. Questi bronzi, spesso utilizzati come contenitori per offerte di alimenti e bevande (vino e acqua), erano spesso decorati con motivi incisi e in rilievo. Prodotti con tecnica a cera persa, questi oggetti di culto erano spesso commissionati dalle famiglie come corredo funebre da porre nelle tombe dei defunti assieme ad altri oggetti rituali.

La dinastia Han (221 a.C. - 220 d.C.) vide la comparsa di bronzi meno spessi, vasi dalle forme più arrotondate, tecniche di incrostazione in argento nonché in oro. Comparvero inoltre i primi specchi in bronzo. La statuaria naturalista assunse uno spazio preponderante in questo periodo: animali, servi e altre suppellettili in bronzo erano frequentemente usati come oggetti decorativi all’interno dei palazzi.

Sotto la dinastia Tang (618-907), lo sviluppo degli specchi in bronzo raggiunse il proprio apogeo. Essi rimangono gli oggetti in bronzo più caratteristici di tale dinastia. Sottolineiamo inoltre la comparsa di stele votive buddiste dorate, nonché delle prime rappresentazioni di Buddha importate dall’arte buddista di influenza ellenistica del Gandhara.
Le dinastie Song (960-1279), Ming e Qing videro il completamento della gamma dei bronzi a patina scura, nonché dei bronzi dorati con influenze buddiste e taoiste.
La comparsa di bronzi cloisonné, avvenuta probabilmente durante la dinastia Yuan (1278-1368), si evolve nel corso della dinastia Ming con alcuni degli esemplari più belli prodotti sotto gli imperatori Xuande e Yongle e i pezzi più complessi durante la dinastia Qing, in particolare sotto gli imperatori Kangxi, Yongzheng e Qianlong.


Expertise stima acquisto e vendita di mobili cinesi

Abbiamo un grande interesse per i mobili e le suppellettili cinesi, tra cui sgabelli, cassettoni, sedie, poltrone, paraventi e basi intagliate in legno di Huanghuali, Zitan, Jichimu, Tielimu, Hongmu nonché di lacca. Questi diversi legni preziosi cinesi rappresentano le più significative peculiarità dei mobili dell’estremo oriente.
A seconda dell’epoca e del tipo di legno, il prezzo può quindi variare e noi vi suggeriamo quindi di far stimare i vostri mobili cinesi per ottenere valori precisi e affidabili per ognuno dei vostri oggetti d’arte.


Expertise stima acquisto e vendita di pittura cinese

Eseguiamo expertise e stime di dipinti orientali e cinesi antichi e moderni.
La pittura in Cina fu coltivata sia da artisti cinesi locali, sia da artisti stranieri venuti a lavorare e insegnare in Cina (in particolare Giuseppe Castiglione)
Al contrario, la pittura cinese moderna del XX secolo fu prodotta da artisti cinesi in Cina, ma anche da molti artisti cinesi che si trasferirono in Europa e negli Stati Uniti per studiare e lavorare.
Eseguiamo inoltre expertise di album di pittura orientale, dipinti di gruppi di dignitari cinesi, nonché di calligrafie cinesi.


Expertise stima acquisto e vendita di mobili cinesi

Abbiamo un grande interesse per i mobili e le suppellettili cinesi, tra cui sgabelli, cassettoni, sedie, poltrone, paraventi e basi intagliate in legno di Huanghuali, Zitan, Jichimu, Tielimu, Hongmu nonché di lacca. Questi diversi legni preziosi cinesi rappresentano le più significative peculiarità dei mobili dell’estremo oriente.
A seconda dell’epoca e del tipo di legno, il prezzo può quindi variare e noi vi suggeriamo quindi di far stimare i vostri mobili cinesi per ottenere valori precisi e affidabili per ognuno dei vostri oggetti d’arte.


Expertise stima acquisto e vendita di oggetti per scrittura, giada cinese

I nostri interessi si rivolgono anche ai vari oggetti per scrittura e da scrivania cinesi, poggia pennelli, porta pennelli, strumenti per calligrafia, giade intagliate in forma di animali nonché oggetti e strumenti d’uso. Piccoli oggetti in vetro di Pechino di diversi colori, lacche e pietre dure (corallo, giada, giadeite, avorio, corno di rinoceronte intagliato)
Le stoffe e gli abiti cinesi sono anch’essi tra gli oggetti che meritano un expertise adeguato e un’accurata stima per poter essere venduti al prezzo migliore.

HIMALAYA: TIBET/NEPAL

Expertise stima acquisto e vendita di porcellana cinese

L’arte tibetana è attualmente tra le più apprezzate in Cina.
Anche i Tangka, i dipinti e i bronzi tibetani, nonché tutti gli oggetti rituali del buddismo tibetano e nepalese richiedono expertise accurati per poter essere interpretati e stimati adeguatamente. Non esitate a contattarci per qualunque stima, expertise, acquisto o vendita di tangka, bronzi, statue, statuette di Nepal e Tibet.

I primi vasellami cinesi fanno la loro comparsa durante il neolitico, tra il 5000 e il 2000 a.C.

GIAPPONE

Siamo specializzati in expertise, stime, acquisto e vendita di oggetti giapponesi.
L’arte giapponese riveste un particolare interesse per i collezionisti di arte orientale. Ricerchiamo quindi ceramiche e porcellane giapponesi, fondamentali nella cerimonia del tè tanto nota in Giappone e siamo quindi lieti di eseguire expertise e stime gratuite dei vostri oggetti di questo genere. Anche altre forme d’arte tra cui le lacche, i piccoli oggetti in avorio quali netsuke e okimono, inro nonché i bronzi giapponesi, sciabole e lame smaltate delle scuole di Tokyo e Kyoto, dipinti, stampe e armature giapponesi.

COREA

Gli oggetti provenienti dalla Corea, tra cui porcellane, bronzi, bronzi dorati, mobili e dipinti, rivestono anch’essi un interesse particolare per i collezionisti. Possiamo fornirvi risposte in termini di expertise e stime di questi oggetti coreani, allo scopo di farvi conoscere il valore dei vostri beni. Vi aiuteremo nelle vostre procedure di acquisto, vendita e stima di oggetti orientali e coreani grazie alla nostra conoscenza dei prezzi e del mercato, nonché ai nostri legami con la clientela internazionale.

VIETNAM

I nostri servizi comprendono inoltre l’expertise di pannelli decorativi e paraventi laccati vietnamiti prodotti nel corso del XX secolo. Tali pannelli rappresentano paesaggi o personaggi tipici del Vietnam degli anni 1910/1920.
Se possedete oggetti di questo genere vi invitiamo a contattarci per ottenere prezzi, stime, expertise e possibilità di acquisto e vendita delle vostre lacche, pannelli, quadri e dipinti orientali e vietnamiti.

INDIA

L’India dei periodi antichi e medievali, dal 300 a.C. al 700 d.C., è caratterizzata dalla statuaria di influenza induista e buddista. Si passa quindi a una fase di influenza islamica e all’arte moghul (dal 700 al 1700 circa). Quindi, l’India coloniale con gli oggetti indo-portoghesi prodotti per la maggior parte a Goa. Possiamo fornirvi indicazioni e aiutarvi negli expertise, nelle stime, nell’acquisto e nella vendita di oggetti indiani, miniature, sculture in pietra e in legno, armi, daghe, giade, gioielli e avori intagliati. Le suppellettili indiane e coloniali richiedono anch’esse un’attenzione particolare dato il loro grande sviluppo nel mercato attuale.

ASIA MERIDIONALE: TAILANDIA/INDONESIA

Le sculture in legno e in bronzo, nonché la pietra scolpita dell’Asia meridionale occupano anch’esse uno spazio importante nel mercato dell’arte orientale e noi forniamo i servizi di expertise e stima necessari per tali oggetti d’arte dell’Asia meridionale.

VALLE DELLO SWAT/GANDHARA AFGHANISTAN

Sculture in scisto grigio, in pietra nonché in avorio, gioielli e sculture in bronzo dall’Afghanistan, note come arte del Ganhdara, antica denominazione della zona della valle dello Swat e di Kabul, tra il Pakistan e l’Afghanistan attuali. Questo stile, detto anche ellenistico-buddista, corrisponde al nostro periodo ellenistico in Europa ed è spesso considerato il punto d’incontro tra l’arte del mondo occidentale e l’arte buddista.
Keep up-to-date with all the latest Asian and Oriental Art news, events and exhibitions from Gauchet Asian Art.
Subscribe
Receive the latest news and events by email
Subscribe